Rientrare in Italia dalla Germania come fare?

Nuove indicazioni per rientrare in Italia dopo il 4 maggio

 

Sia ai cittadini italiani, sia ai cittadini stranieri che si trovano al momento all’estero è consentito entrare in Italia soltanto per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute; a partire dal 4 maggio 2020, é consentito anche il rientro presso il proprio domicilio o residenza; i motivi che giustificano l’ingresso devono essere autocertificati attraverso l’apposito modulo di autodichiarazione per il  rientro dall’estero  , che è necessario stampare e portare con sé durante tutto il viaggio. Le compagnie aeree sono tenute a verificare la completezza dei dati riportati sul modulo di autodichiarazione, nel quale deve essere indicato precisamente il motivo che giustifica il rientro e devono risultare l’indirizzo completo in cui si trascorrerà il periodo di quarantena, un recapito telefonico e il mezzo privato che si utilizzerà per raggiungere tale indirizzo. La compagnia aerea dovrà permettere l’imbarco soltanto a chi sia in possesso di tale modulo compilato in tutte le sue parti e sarà tenuta a verificare la temperatura corporea di tutti i passeggeri.

Una volta in Italia, il viaggio verso il domicilio prescelto per la quarantena dovrà proseguire con mezzi privati (anche se è consentita la prosecuzione con un ulteriore volo verso altra destinazione nazionale, se non si esce dall’area aeroportuale, v. FAQ). È consigliabile anche tenere a disposizione copia del biglietto o delle carte d’imbarco usate per il viaggio, di modo da poter dimostrare, in caso di controlli, che si sta rientrando dall’estero. Si ricorda che chiunque entri in Italia dall’estero è tenuto a mettersi in contatto con le Autorità sanitarie e comunali per segnalare il proprio rientro e sottoporsi alla quarantena con sorveglianza attiva. Non sono tenute ad osservare la quarantena obbligatoria le persone in transito (per un massimo di 24 ore, estendibili in casi eccezionali di ulteriori 12), quelle che entrino in Italia per motivi di lavoro per un periodo non superiore alle 72 ore (estendibili di ulteriori 48 ore, dietro autorizzazione) e i lavoratori transfrontalieri. In casi eccezionali, è possibile ottenere dalle autorità competenti (Prefettura o ASL competente) autorizzazione a non sottoporsi alla quarantena obbligatoria.

Per ulteriori informazioni sulle condizioni per il rientro, consultare le apposite FAQ sul sito del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale.

ATTENZIONE: tutte le indicazioni riportate di seguito sono soggette a variazioni con brevissimo preavviso.

Al momento sono ancora operativi alcuni voli che collegano la Germania e l’Italia (Alitalia e Lufthansa, inclusa la compagnia dipendente Eurowings), con partenze giornaliere da Francoforte e Monaco e più raramente da Berlino e Düsseldorf.

Collegamento in bus da Monaco a Bolzano
La società Alto Adige Bus offre un servizio shuttle da Monaco a Bolzano con numerose corse giornaliere. La stessa società offre inoltre un servizio shuttle anche verso altre città d’Italia (Milano, Verona, Bologna e altre) e la possibilità di un servizio a domicilio (con sovrapprezzo).

Ad oggi, è possibile rientrare in Italia anche in treno, tramite la Svizzera: i collegamenti ferroviari con l’Italia sono stati ridotti, ma è ancora possibile raggiungere la frontiera di Chiasso. Una volta entrati sul territorio nazionale, i connazionali dovranno avvalersi esclusivamente di mezzi di trasporto privati (non è possibile avvalersi di mezzi pubblici)

Il transito in automobile è al momento consentito attraverso la Svizzera, anche se sono stati introdotti controlli alle frontiere. Per poter transitare, il connazionale dovrà tuttavia dimostrare (presentando apposita documentazione) di avere un motivo valido per l’ingresso in Italia (v.sopra). Il transito autostradale attraverso l’Austria è possibile solo garantendo di non effettuare fermate in territorio austriaco (è necessario controllare il livello del carburante prima di varcare il confine; la vignetta autostradale austriaca può essere acquistata anche online).
ATTENZIONE: per il transito attraverso l’Austria è necessario avere con sè anche il modulo austriaco di autocertificazione sui motivi del transito già stampato e compilato.

Si segnala che alcune compagnie di noleggio di automobili al momento non permettono di noleggiare veicoli in Germania e di restituirli in Italia.

 

La Sardegna ha adottato un’ ordinananza che limita traffico persone da e verso l’Isola. Chi vuole rientrare in Sardegna deve chiedere un’autorizzazione almeno 48 ore prima direttamente cliccando qui: https://moduloarrivicovid19.regione.sardegna.it/allegato-a-ordinanza-del-presidente-ras-14-03-2020/. Il traffico aereo passeggeri  è garantito da Alitalia fino al 25 marzo 2020 esclusivamente dall’aeroporto di Cagliari per improrogabili esigenze legate a motivi di lavoro, salute, necessitá o rientro al proprio domicilio. Per imbarcarsi bisogna avere l’autorizzazione di cui sopra.

La Sicilia ha adottato altresì limitazioni all’accesso all’Isola.

La ministra Paola De Micheli ha firmato, insieme al Ministro della salute, un nuovo decreto che prevede un’ulteriore stretta nei servizi di trasporto ferroviario e marittimo di persone da e verso la Sicilia, anche riducendo notevolmente le corse via mare da Messina per Villa San Giovanni e Reggio Calabria e tra Villa San Giovanni e Reggio Calabria e viceversa: i collegamenti sono assicurati, rispettivamente, mediante quattro corse giornaliere A/R, da effettuarsi nella fascia oraria dalle 06.00 alle 21.00.

Gli spostamenti sono consentiti esclusivamente agli appartenenti alle Forze dell’Ordine e alle Forze Armate, agli operatori sanitari pubblici e privati, ai lavoratori pendolari o per comprovate esigenze di lavoro, gravi motivi di salute e situazioni di necessità. Non potranno più imbarcarsi altri mezzi oltre alle automobili e ai motoveicoli. Continua ad essere assicurato e regolare, invece, il trasporto delle merci.

Per i voli diretti nella Regione Sicilia e nella Regione Sardegna deve essere comunque acquisita anche la preventiva autorizzazione del Presidente della Regione. Inoltre, ulteriori riduzioni sono state apportate al traffico ferroviario gestito da Trenitalia

Le nuove disposizioni del Decreto Nr. 122 del 18.03.2020 si possono leggere cliccando qui:

http://www.mit.gov.it/sites/default/files/media/notizia/2020-03/Decreto%20n.%20122.pdf

Regolare è invece il trasporto merci in tutto il territorio nazionale isole incluse.

Per avere altre informazione consultare anche questo link:

https://www.esteri.it/mae/it/ministero/normativaonline/decreto-iorestoacasa-domande-frequenti/focus-cittadini-italiani-in-rientro-dall-estero-e-cittadini-stranieri-in-italia.html

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

2 pensieri riguardo “Rientrare in Italia dalla Germania come fare?

  • 31. Maggio 2020 in 17:03
    Permalink

    Come comportarmi per viaggiare in macchina per l’Italia

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.