Omaggio ai maestri del cinema italiano Ricordando Ermanno Olmi

Omaggio ai maestri del cinema italiano Ricordando Ermanno Olmi

21. agosto 2018 0 Di FrancoforteNews

Omaggio ai maestri del cinema italiano
Ricordando Ermanno Olmi

Mercoledì 22 agosto 2018, ore 18.30 (accesso/Einlaß), inizio film ore 19.15

 

Consolato Generale d’Italia a Francoforte, Kettenhofweg 1
Sala Europa (3°piano)

Introduzione e discussione con Daniele Messina (docente)

Ingresso gratuito. Obbligo di prenotazione (solo 50 posti a sedere): francoforte.culturale@esteri.it
– Si prega di portare con sé un documento di riconoscimento –

 

La leggenda del santo bevitore

 

Versione originale con sottotitoli in italiano

Ermanno Olmi: regista e scenografo italiano ha spesso portato sullo schermo le sue origini contadine, descrivendo la cultura popolare con etica evangelica e nostalgia del passato. Nato e cresciuto in Lombardia, Olmi, dopo la morte del padre avvenuta in tenera età, si trasferisce a Milano, dove per mantenere i suoi studi all’Accademia d’Arte Drammatica dirige il servizio cinematografico per la EdisonVolta venendo così in contatto con la realtà cinematografica. Da questo modesto esordio, il regista ottiene i primi successi nel 1959 con “Il tempo si è fermato”, opera che elogia la vita povera dell’uomo comune e il valore delle cose semplici. Da qui in poi il Olmi ottiene una serie di successi dopo l’altro, con pellicole come “Il posto”, “i fidanzati” e “L’albero degli zoccoli”. Con quest’ultimo ottiene fama internazionale e vince la Palma d’Oro di Cannes, il César per il miglior film straniero, i Nastri d’Argento per la miglior fotografia, regia, sceneggiatura e soggetto originale. Per quanta fortuna la sua carriera gli abbia portato, Olmi rimane comunque uomo discreto e amante della vita rurale; tutti aspetti che si rispecchiano nelle tematiche sociali dei suoi film, nei quali la semplicità della vita delle classi basse ha il sentore di salvezza e purezza. Nel 1988 viene proiettato il suo secondo capolavoro “La leggenda del santo bevitore”, film tratto dal romanzo dello scrittore Joseph Roth, con il quale vince il Leone d’Oro di Venezia. Continua la sua produzione cinematografica fino in tarda età con il suo ultimo film “Torneranno i prati” (2014). Si spegne il 7 maggio 2018, lasciando un’enorme eredità artistica e cinematografica.

 

Si ringrazia l’associazione Italiani in Deutschland e.V per la collaborazione