La destra xenofoba avanza anche in Germania?

La destra xenofoba avanza anche in Germania?

2. settembre 2018 0 Di FrancoforteNews
Francoforte.Un problema culturale e nazionale. L’articolo pubblicato da Der Spiegel, nel quale si racconta di una spaccatura netta all’interno dello spogliatoio della Germania, preoccupa. Perché i gruppi che si sono creati sono, stando alla ricostruzione, divisi dalle proprie origini. Da una parte i “Kanaken” (termine dispregiativo per indicare gli immigrati), dall’altra i “Kartoffeln”, parola con la quale Boateng, Rüdiger e altri avrebbero etichettato i tipici tedeschi quali Müller e Hummels. Il problema è serio, perché in Germania il numero degli stranieri sale sempre più (+5,8% rispetto a un anno fa, 10,6 milioni di persone non hanno il passaporto tedesco). Per questo è una tematica delicata, che non riguarda solo la rosa portata da Löw in Russia, ma che può riproporsi in futuro.

Intervistato dalla Bild ha detto la sua Lukas Podolski, polacco naturalizzato tedesco, che nel 2014 è diventato campione del mondo totalizzando 130 presenze con la Germania: “Questo è un paese multiculturale – ha spiegato Podolski –. Come accade sulla strada anche in nazionale si usano un po’ di termini forti, ma viene fatto senza cattiveria. Espressioni come “Kanaken” e “Kartoffeln” venivano usate già agli Europei 2016. Tutti però sanno che sono scherzosi. Non c’entra nulla il razzismo, non c’è mai stato razzismo negli anni in cui sono stato in nazionale. Non dobbiamo ingigantire le cose”. Eppure non tutti minimizzano così la questione. Gli ultimi eventi a Chemnitz, 20 feriti e una guerra civile innescata da gruppi Neonazi ha riaperto una ferita,mai chiusa in Germania e in Europa . Esiste il razzismo anche nella Germania,nazione che ci ospita e che rivendica continuamente la sua idea di integrazione, e lotta contro le disuguaglianze? Facendo un analisi politica, il partito di estrama destra AFD ha solo il 17 % percui il resto della coalizione è formata da forze liberli e  democratiche,ma nella vita di tutti giorni è chiaro che anche qui esista una forte e preoccupante energia nazionalista e antidemocratica

Il rock contro le destre-Concerto del 1 settembre a francoforte-

La parte est della Germania  per chi non ci fosse mai stato,è un territorio  diverso della  parte ovest, povertà disoccupazione e forti disuguaglianze, non a caso la protesta per la morte di un tedesco ucciso da un iracheno nasce proprio li.  In questi giorni assistiamo a una vera emergenza democratica sia in Italia che in Germania,ieri per esempio ,la città di Francoforte ha organizzato un evento concerto con il motto: ROCK GEGEN RECHTS  (rock contro le destre), la partecipazione è stata forte e convinta,tante persone e famiglie  hanno manifestato contro gli intolleranti e razzisti !Una città come Francoforte vive di energia multiculturale  che ha permesso di creare ricchezza e benessere per tutti,diceva ieri il sindaco Peter Feldmann, una risorsa che è alla base delle nuove strutture di società moderne.  Il vecchio continente saprà nelle prossime elezioni europee a resistere alle forze antieuropee e nazionaliste?Possiamo considerare questo periodo già precampagna elettorale in tutta Europa, come veniva ribadito più volte ieri all’evento Rock Gegen Rechts il nostro futuro parte da qui!
 
F.M