Italia-Estate 2020, spiagge vuote tra Covid e regole

Francoforte.Il nostro paese ha  subito  il 60% delle visite in meno “dati ufficiali 30 Giugno 2020 “. I turisti europei francesi e tedeschi  sono i piü interessati a soggiornare in Italia, con vacanze che non superano le due settimane. Le mete più gettonate sono la Liguria e la Puglia, con la maggior parte delle prenotazioni che riguardano  case indipendenti, possibilmente con Wi-Fi e piscina,..La casa diventa la vera destinazione del viaggio.  

Dal punto di vista delle presenze, rispetto allo stesso periodo del 2019 si è registrato un calo in tutte le regioni: le perdite più gravi in Sardegna (-80%), nel Lazio e in Molise (-75%) e in Campania e Basilicata (-70%). Non va molto meglio in Friuli Venezia Giulia (-65%) e Sicilia (-60%), Calabria (-55%), Veneto e Abruzzo (-50%). Cali del 45% in Liguria e Marche, del 40% in Emilia Romagna e Puglia, del 30% in Toscana.

I maggiori danni per la nostra economia sono le mancate prenotazioni dei turisti americani e cinesi circa il 80% , un dramma senza precedenti per il settore turistico italiano.

In controtendenza con i dati invece dello scorso anno sarà ricordata come “turismo a km 0” l´82% degli italiani rimarrà in Italia per trascorrere le vacanze in periodo Covid.

Tra le destinazioni più gradite Sicilia, Sardegna, Puglia, Trentino Alto-Adige, Costa Etrusca. Rispetto al passato risultano penalizzate zone della movida e del divertimento come Salento e Riviera. I nostri connazionali in Germania anche preferiscono rimanere nelle loro città tedesche,questo è un dato importante che fa riflettere, le famose 4 settimane nella madre terra sono in forte calo, i rischi di contagio e le innumerevoli disdette delle compagnie aeree hanno demotivato i migliaia di italiani che vivono in Germania, in ogni caso per chi avesse avuto dei problemi con le varie compagnie aeree può controllare questo link info e diritti dei passeggeri aerei :

https://europa.eu/youreurope/citizens/travel/passenger-rights/air/index_it.htm

 

fla.ma

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.