I poliziotti della vergogna

Di Jacopo Rossi

 

Arrestati 29 agenti in Germania precisamente a Essen nel Nord Reno Westfalia, acccusati di nazismo. «Una vergogna per chiunque indossi o abbia indossato una divisa della polizia in questo Paese, ma anche una vergogna per il nostro land e per tutta la Germania», ha sottolineato ieri in conferenza stampa il ministro degli Interni del land, il cristiano-democratico Hebert Reul.

Molti poliziotti erano monitorati da tanto tempo, solo nei dispositivi privati si è potuto risalire alle loro tendenze naziste con foto e filmati che inneggiavano al Terzo-Reich e alla rivoluzione bianca in Germania. Dei circa 29 indagati 13 sono già stati condannati e radiati.

L’indagine ha avuto un grande risalto su tutti i media tedeschi. «I poliziotti della vergogna», ha subito titolato ieri la Bild sul su sito on-line, sottolineando che secondo gli inquirenti tra le immagini che si sono scambiati i “nazi-poliziotti” la più indegna era quella di un «fotomontaggio che ritraeva un rifugiato in una camera a gas».

La dimensione dello scandalo è molto ampia,pare che ci sia una rete di estrema destra che si estenderebbe in tutta la Germania, coinvolgerebbe le forze speciali militari e la polizia tedesca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.