“Una comunità educante”: il modello sociale italiano presentato alla Goethe University di Francoforte

“Una comunità educante”: il modello sociale italiano presentato alla Goethe University di Francoforte

15. marzo 2018 0 Di Teresa Merone

Francoforte. Gli anni di ricerca e di sperimentazione dell’associazione calabrese Civitas Solis e la collaborazione con la rete di scuole di Sierno e Roccella, hanno dato vita a un modello di comunità educante che trova la sua maggiore applicazione nelle zone che presentano serie criticità.

Il punto focale di questo programma è quello di debellare l’esclusione sociale dei giovani, riprendendo teorie e politiche europee già discusse negli anni ’90 da Jacques Delors, le quali pongono appunto il sistema scolastico al centro delle discussioni politiche e culturali.

Uno dei progetti a cui i ragazzi della Civitas Solis hanno partecipato è ad esempio “Insieme per sperimentare comunità, difendere l’ambiente e migliorare noi stessi”, che punta al consolidamento non solo del singolo ma all’interazione del singolo con la società, con l’ambiente e  in sinergia con i propri coetanei. Per questa ricerca, basata sulla Locride, è stata dunque ideata una rete interdipendente tra le realtà associative del luogo e i centri scolastici, in modo da dare una continuità all’azione quotidiana verso l’inclusione sociale.

Il caso di studio è stato presentato alla Conferenza Internazionale delle Scienze sociali, tenutosi presso la Goethe University di Francoforte ed entrerà nelle pubblicazioni della rivista scientifica del Centro europeo per le Scienze educative e la ricerca EUSER.

 

 

Teresa Merone